Fabiana Calsolaro

«In dentro e in fuori» – una nuova antologia per insegnare l’italiano

Il mezzo didattico si rivolge alle scuole medie di primo e secondo grado della Svizzera tedesca e romanda

  • Da un sondaggio informale effettuato dall’UFC risulta che nel contesto elvetico (Svizzera tedesca e francese) mancano testi letterari per l’insegnamento dell’italiano L2 nella scuola media e nei licei a un livello A2-B2 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue.
  • L’antologia in dentro e in fuori vuole rappresentare uno strumento didattico che, attraverso l’offerta di testi letterari originali, da un lato avvicina alla cultura della Svizzera italiana e dall’altro propone testi accessibili ad allieve e allievi con una competenza linguistica di livello A2-B2.
  • Il risultato del progetto è un apparato didattico comprensivo di materiale didattico digitale composto da una guida per l’insegnante e schede didattiche con attività di comprensione e interpretazione dei testi.
  • La funzione di “ponte” tra Svizzera italiana e Svizzera d’Oltralpe si concretizza, tra le altre cose, nella scelta di fornire un glossario plurilingue come anche nella scelta di autori e autrici e di illustratori tutti della Svizzera italiana.  

in dentro e in fuori – Racconti per viaggiare in italiano è un’antologia per l’insegnamento dell’italiano come lingua straniera nelle scuole medie di primo e secondo grado della Svizzera tedesca e romanda. Il volume è il risultato di un progetto ideato e sviluppato all’interno della Cattedra speciale per la didattica integrata del plurilinguismo con focus sull’italiano dell’Alta scuola pedagogica dei Grigioni (PHGR). Si tratta di una raccolta di testi letterari scritti da autrici e autori della Svizzera italiana nata da un bisogno reale manifestato da insegnanti di italiano nella Svizzera d’Oltralpe, cioè quello di avere a disposizione testi e racconti “autentici” e di spessore letterario, direttamente utilizzabili nelle classi con apprendenti di italiano come lingua straniera. Attraverso l’uso della tecnica della “scrittura controllata”, i racconti si propongono come testi letterari originali accessibili ad allieve e allievi con una competenza linguistica di livello A2-B2 e fungono da ponte verso la cultura della Svizzera italiana.

Il progetto è sostenuto dall’Ufficio federale della cultura (UFC) quale misura di promozione dell’italiano al di fuori della Svizzera italiana.